Coronavirus: misure previste per l'avvio della "fase 2"

2 Maggio 2020
Tipo articolo: 

Con il decreto governativo del 26.04.2020 (.pdf) sono previste alcune misure igienico-sanitarie per l'avvio della cosiddetta "Fase 2", cioè il periodo di necessaria convivenza con il Coronavirus. Il provvedimento è valido dal 04 al 17 maggio 2020. Sull'intero territorio nazionale si prevede:

  • Possibilità di spostarsi per tutte le persone fisiche, esclusivamente all'interno del territorio regionale, per esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute, visita a congiunti o ritorno alla propria dimora. La mobilità da una Regione all'altra è consentita solamente per motivi di lavoro o sanitari. Nel caso di spostamenti è obbligatorio compilare il modulo di autocertificazione (.pdf) qualora fermati per un controllo dalle forze dell'ordine;
  • Divieto di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Possibilità di svolgere attività motoria o sportiva all'aperto, solamente in maniera individuale oppure accompagnando minorenni o persone non autosufficienti;
  • Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per i soggetti sottoposti alla misura di quarantena, ovvero risultati positivi al virus Covid-19 e per le persone con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5°);
  • Sospensione di ogni genere di eventi, riunioni e manifestazioni, in ambito pubblico e privato. Le cerimonie funebri sono consentite con la presenza massima di 15 partecipanti. L'apertura dei luoghi di culto è condizionata a misure organizzative tali da evitare assembramento di persone;
  • Sospensione dell'attività didattica di tutte le scuole, di ogni ordine e grado; 
  • Apertura consentita per le attività commerciali di prima necessità previste dall'elenco allegato al decreto.
  • Chiusura di bar, pub, ristoranti e attività commerciali/artigianali per la cura della persona (parrucchieri, estetisti, centri benessere, ecc...). E' consentita la ristorazione d'asporto o con consegna a domicilio, nel rispetto delle disposizioni igienico-sanitarie.

Regione Lombardia ha emanato una propria ordinanza (.pdf) con alcune misure specifiche valide per il solo territorio regionale fino al al 17 maggio 2020. In Regione Lombardia si prevede:

  • Obbligo per chi esce dalla propria abitazione di indossare una mascherina protettiva o (in subordine) un altro indumento adeguato di copertura per naso e bocca; 
  • Obbligo di rispettare, su tutti i servizi di trasporto pubblico di carattere regionale, alcune specifiche misure di prevenzione igienico-sanitarie previste dall'allegato all'ordinanza regionale.
  • Obbligo ai concessionari di slot-machines di provvedere al blocco delle medesime ed agli esercenti di provvedere alla disattivazione di monitor e televisori di giochi che prevedono puntate accompagnate dalla visione dell’evento anche in forma virtuale, al fine di impedire la permanenza degli avventori per motivi di gioco all’interno dei locali;
  • Possibilità di apertura per gli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento e senza il contatto diretto tra le persone;
  • Possibilità di apertura per i mercati scoperti limitatamente alla vendita di prodotti alimentari, purché siano osservate alcune misure di prevenzione igienico-sanitarie e di sicurezza.

 

L'Amministrazione Comunale invita tutta la cittadinanza a seguire le indicazioni delle autorità sanitarie locali.